Crea sito

casa & arredamento

Whitney Port's closet: my dream!


 

Vi giuro! Se diventassi milionaria (Lotteria? Enalotto? Qualche lontana e misteriosa eredità?) mi creerei subito un armadio come quello di Whitney Port. Lo adoro!!!! Lo voglioooooooooooooo!!!!!

Not ordinary kitchen

Come ho più volte ribadito ultimamente, adoro l'arredamento d'interni e cucinare. Sono, soprattutto, una persona molto ordinata e non sopporto il disordine altrui o che si tocchino le mie cose e non vengano rimessa a posto… A casa mia dicono sempre che il mio lavoro ideale sarebbe l'archivista, perché archivio sempre tutto in ordine… Quindi quando stasera ho visto questo articolo su Style ho subito pensato che fosse perfetto per me e, ancora una volta, per la mia casa del futuro… Eh sì, quella che sto creando insieme a tutti voi sulle pagine di questo blog (oltre che nella mia mente).
 

E' un armadio per tenere la cucina in ordine, dove tutti gli utensili hanno il loro posto e trovi tutto in un attimo, perché sai esattamente dove si trovano. E' o non è un'idea straordinaria?

E' prodotto dall'azienda Bulthaup (nel link troverete anche i negozi presso i quali è venduto). E ti pareva: nella mia città nessun concessionario 🙁


  

Idee per abbellire la libreria

In camera ho delle mensole dove ci sono solo una parte di tutti i libri che ho. Ma, ogni volta, per farli reggere in piedi dovevo mettere qualche altro libro coricato. Infatti non trovavo mai dei reggilibri a vendere… O sennò, quando li trovavo, facevano sempre pena.
Recentemente mia mamma me ne ha preso di semplicissimi bianchi, a 0,99 € l'uno. Io li avrei preferiti rosa/fucsia ma niente 🙁 Avevo pure pensato di comprare la lacca rosa e ridipingerli ma, alla fin fine, mi sarebbero costate più le bombolette che non i reggilibri….
Però ho trovato un modo per abbellirli e, così, rendere più carine anche le librerie….

Un po' sul mio gusto (farfalle e scritta glitterata star) un po' seguendo quello di mia sorella (Hello Kitty – anche se le mensole sono le mie bci sono anche alcuni libri suoi o che abbiamo in comune – ) abbiamo ottenuto questo risultato.
Vi piace?

E intanto un assaggio anche delle mie letture….

       

 
 

 

Deliri di una home decorator addicted!

Hey everybody,
è da un po' che non scrivo di casa e arredamento anche se, ormai, sono diventate una fissa. Oggi soprattutto.
Infatti ho acquistato la rivista "Casa & Stili" (numero di Ottobre) perché il coverboy, nonché perfetto padrone di casa, è il mio amico e bravissimo attore Giuseppe Schisano.

Il servizio è fantastico e, soprattutto, lo è il suo gusto ineccepibile in fatto di arredamento di interni (ha curato lui tutta la sua casa romana, scegliendo i colori, i materiali, coordinando il cantiere e disegnando alcuni mobili). La rivista è bellissima con tante idee… Al momento ancora non ho una casa ma farò tesoro di tutto quello che sto scoprendo, studiando e ammirando in questo periodo, in modo che quando sarà il momento avrò un ambiente personale che mi rappresenterà al 100%.

Detto questo, proprio in previsione di una mia futura dimora (sa tanto di '800), ho fatto delle ricerche perché, come già vi avevo detto, la mia stanza avrà le pareti rosa. Così avevo salvato delle immagini che vi avrei voluto mostrare. Ed ecco che possono ritornare utili ad altri. Infatti la mia amica Ely, che si sta trasferendo, mi ha detto che vorrebbe tinteggiare la sua stanza di rosa e voleva un consiglio. Ecco io ti mostro queste foto, a me piacciono tantissimo, spero anche a te e che possano esserti d'ispirazione.

E a proposito di deliri: a me basterebbe anche un bivano… farei un bell'open space che fungerebbe da salone/cucina/studio e la mia camera… Senza però dimenticare la cabina armadio che non può e non deve mancare. E possiamo ammirare quella nuovissima che si è fatta installare Whitney Port nella sua nuova casa di Los Angeles. Stupendo!!! Beata lei!

  

Bella idea: le cornici per i vinili

Un'amante della musica come me e, soprattutto, con la mia passione per l'arredamento e il design, non poteva non notare questa bellissima e utilissima idea de La Feltrinelli.
Infatti si possono acquistare le cornici per i vinili: danno un tocco davvero chic alle pareti di casa e, soprattutto, si può sempre cambiare il vinile perché ha una comoda apertura…. Insomma penso che nella mia futura casa (o la mia casa dei sogni) nella stanza musica/studio/sala cinema un po' di cornici del genere sarebbero una vera figata… con i giusti vinili dentro, logico.
Il prezzo è un po' caro (39.90 € l'una, ma potete comprarla anche in un accoppiamento di tre), ed è disponibile in due varianti: nera e bianca.

La mia futura casa giocherà molto sui bianchi (tranne la stanza da letto che sarà tutta sui toni del rosa) e penso che la sala musica, per essere più rock, avrà anche un po' di nero… quindi mischierei mettendo un po' di cornici nere e un po' bianche.

Il mio mondo pink!


 

Come avrete appreso ieri, mentre parlavo di arredamento, il rosa è il mio colore. Chi mi conosce bene  lo sa (o qualcuno lo apprenderà in questo post): io adoro il rosa in tutto e per tutto. Stamattina, quando sono andata in copisteria per la tesi, ho avuto la triste conferma che non fanno rilegature per tesi in rosa. Hanno sempre i soliti colori banali e noiosi. Uff. Così ho avuto un'idea: almeno stamparla su carta rosa. lo farò per la mia copia, mentre quelle per la facoltà chissenefrega, già è troppo se non gliele stampo sul retro di fogli già usati.

E poi difronte a dove lavoro c'è un negozio di ricostruzione unghie che è stupendo: tutto in rosa. Hanno  due tipi diversi di tendine (ce n'è uno in particolare che adoro e che, prima o poi, avrò o per una stanza da sola o per una casa tutta mia), ma hanno anche i divanetti, il mobilio, i divanetti e, addirittura, la buca delle lettere.

Fabulous! CVome cantava Sharpay che sta per tornare con il nuovissimo film tutto in rosa… E poi c'è anche un altro film che lo consacra. Infatti per la mia eroina Elle Woods il rosa è una filosofia di vita. Sarà per quello che adoro tanto il film "Legally Blonde" e i vari sequel???

In alto al post una tendina che mi piacerebbe tantissimo (la voglio!!!) nei prossimi giorni posterò altre idee di arredamento total pink.

La casa dei sogni

E' da quando sono piccolissima che ho sempre avuto il desiderio di cambiare casa, di non vivere più in un appartamento e, soprattutto, di non dover dividere più la camera con mie sorelle (=zero privacy, zero tranquillità, zero ordine – da parte loro -).
Il tutto condito dal famoso sogno americano: eh sì perchè "Beverly Hills 90210" aveva fatto scuola. Con quelle belle villette indipendenti (se la potevano permettere pure i Walsh che tanto ricchi non erano, anzi!) nei viali alberati dove i bimbi giocano tranquilli oltre la staccionata bianca.
E poi arrivò "Melrose Place" con le prime case da single, in un condominio super chic e trendy e condomini fighi con cui si diventava amici (ma anche nemici!) e ti veniva da pensare "Ok, quando diventerò più grande vivrò nel condominio trendy". Avviavi la tua carriera (se possibile nel mondo dello spettacolo/editoria meglio) e, poi, mettevi su famiglia con il Ken dei sogni, lasciavi il condominio e ti compravi un'altra bella villa con la staccionata (rigorosamente bianca! A meno che il buon Ken mi amasse così tanto da farmela dipingere in fucsia!).

Ma, ahimè, i sogni non sempre si realizzano. Dubito che Brenda, Kelly & Co. avessero problemi con la crisi globale e dovessero vivere, a trent'anni, ancora con mamma e papà… e dividere la stanza!

L'altro giorno il bus sul quale ero per lavoro si è fermato e non ripartiva (evviva i nuovi pullman supertecnologici che se il pc va in tilt e non si resetta rimani bloccato dentro! E l'aria condizionata si spegne, per giunta, con 40° gradi!). L'unica cosa gradevole era la fermata: davanti a un'edicola (io, dai 5 anni, ho sempre adorato le riviste e l'edicola per me era, ed è tutt'ora, un luogo magico! La mia firma apparirà mai su una di quelle riviste patinate???). Durante la fermata obbligata l'occhio è caduto sul secondo (almeno penso sia il secondo) fascicolo della collezione "La casa delle bambole". (Ho sempre voluto averne una da bambina, ma figuriamoci i miei.. Ora avevo pensato di comprare i fascicoli e di costruirla, ma mi sono dovuta ricredere dopo due problemi insormontabili: in casa non c'è spazio per uno spillo, figuriamoci per la casa delle bambole… Ogni uscita costa un botto di soldi). Bellissima: c'era la vasca in stile vittoriano. E allora, ecco ancora la preghiera "fa che abbia una casa (possibilmente con la staccionata bianca) tutta mia e che ci possa mettere la vasca in stile vittoriano (ma, nell'altro bagno, anche un idromassaggio e una doccia tecnologica)… e vabbèh anche la cabina armadio (in primis), il mio studio giornalistico/editoriale, una stanza cinema/musica/biblioteca, una stanza da letto tutta sui toni del rosa, ma tutto il resto della casa bianco immacolato".
Come vedete ho le idee molto chiare a riguardo della casa dei sogni… peccato che il mio (non)stipendio non mi permetta neanche di affittare una stanza 🙁

Continuerò a sperare e risparmiare per realizzare il mio sogno… Anche perchè i miei di qui non si muovono. Assurdità della vita! (E sfiga mia!)

Intanto ho trovato alcune immagini molto suggestive nella rete, per continuare a sognare… E magari, spesso (o quando ne ho voglia) posterò immagini soprattutto di arredamento d'interni per tenere degli appunti per me ma, soprattutto, per farvi capire qual è il mio stile e cosa mi piace.
E se avete qualsiasi cosa (dal mobilio alle tende, fino alle coperte) da consigliarmi, contattemi pure e lasciatemi i links… thanks.
 

Idee per la camera da letto

 

         
 

Per lo studio (per scrivere, leggere, ascoltare musica, vedere film, fare i miei "lavoretti" handmade)

Per il salone
  

Mentre scrivevo questo post ho ascoltato "Glee The 3D Movie Concert O.S.T.". Favolosa! E venerdì si va al cinema a vedere, finalmente, il film!!!