Crea sito

libro

Libri che ti cambiano la vita * Books that change your life

Buon pomeriggio e buona domenica. E’ da un po’ che non scrivo ma tra il Michela’s Kitchen Corner, l’Ultimate Macfarlane e un nuovo progetto a cui sto lavorando, diventa sempre più difficile essere assidua e costante. Però ho una forte determinazione e un’immensa voglia di scrivere che, unita a tante idee, mi riportano sempre qui… e spero anche a voi.

Oggi vi voglio parlare degli ultimi libri letti tra aprile e maggio. Chi per un motivo, chi per un altro mi hanno ispirata totalmente. Come vedrete appartengono a generi completamente diversi: dal romanzo all’autobiografia, dal manuale al chick-lit.

(altro…)

Recensione: “La mia vita non proprio perfetta” di Sophie Kinsella * Review: “My (Not So) Perfect Life” by Sophie Kinsella

Alla mia libreria ho aggiunto un nuovo tesoro. Sono sempre stata del parere che ogni libro racchiuda in sé un qualcosa di magico, un messaggio nascosto che può arrivare fino al nostro cuore e non abbandonarlo più. Forse è proprio per questo che amo scrivere. E chi lo può mai dire, magari uno dei miei racconti avrà lo stesso effetto su qualcuno. Il gioiellino che ho aggiunto nella mia lista dei libri preferiti non può non essere scritto dalla mia scrittrice preferita (nonché mia fonte di ispirazione) Sophie Kinsella e sto parlando del suo ultimo romanzo “La mia vita non proprio perfetta”.

(altro…)

Movies I’ve watched recently / Film visti recentemente

film2Ciao! E’ da un po’ di tempo che non scrivo, ma non ho più tempo, anche se ogni giorno mi riprometto di ritagliare 5 minuti di tempo per il blog: ma è più facile a dirsi che a farsi. E ora vi riassumo velocemente i miei vari impegni iniziati negli ultimi mesi e che ancora proseguono.

Oltre al mio solito lavoro come addetta stampa e segreteria amministrativa in un teatro della mia città, da Novembre sono diventata una consulente Tupperware. Come di consueto frequento settimanalmente le varie lezioni all’accademia di musical (e il 28 dicembre scorso abbiamo pure fatto uno spettacolo natalizio che è piaciuto tanto… si respirava una magnifica sensazione di magia e benessere). Inoltre da Dicembre ho iniziato due attività culturali gratuite in biblioteca che mi stanno piacendo tanto e che mi stanno impegnando parecchio anche a casa. Innanzitutto un cantiere di scrittura creativa che mi sta prendendo tanto e che adoro. E infatti parteciperò a ulteriori corsi e seminari dello stesso docente… Dall’altra un club del libro dedicato a Jane Austen che, insieme a Sophie Kinsella, è la mia scrittrice preferita. In più lettere, i miei vari siti e blogs, ecc. Insomma non ho tanto tempo.

E infatti era da un bel po’ che non andavo al cinema… recentemente, finalmente, sono riuscita a vedere alcuni film di cui ora vi parlerò. Purtroppo a causa degli orari delle lezioni non riesco mai ad approfittare dell’offerta del secondo mercoledì del mese a 2 €… Ma grazie alla Easy Card del The Space risparmio un bel po’. E ora ecco i film che ho visto ultimamente al cinema e in tv…

(altro…)

How many books in a year?

anobiipinkChi mi conosce bene, sa che una delle mie passioni è la lettura. Sfortunatamente non ho molto tempo per farlo, quindi leggo solo quando sono sui mezzi pubblici o quando li aspetto, o quando sono in fila negli uffici… Da luglio 2015, dopo la mia laurea magistrale in Lingue Moderne per la Comunicazione e la Cooperazione Internazionale, ho smesso di leggere e studiare testi universatari e ho dedicato il mio tempo a leggere romanzi, saggi, thrillers, chick-lit e così via.

Sono curiosa di vedere quanti libri ho letto… Da luglio 2015 a luglio 2016. Fortunatamente il mio account su Anobii mi aiuta a vedere quanti in pochi semplici click… E voi siete curiosi? Ecco la lista di ciò che ho letto negli ultimi 12 mesi.

  1. Riccardo Caria “Zephyr”;
  2. Laurell K. Hamilton “Nodo di sangue”;
  3. Lisa J. Smith “Le figlie dell’oscurità”;
  4. Anne Rice “Pandora”;
  5. E.L. James “Cinquanta sfumature di grigio”;
  6. E.L. James “Cinquanta sfumature di nero”;
  7. E.L. James “Cinquanta sfumature di rosso”;
  8. E.L. James “Grey”
  9. Marco Carta “Ho una storia da raccontare”;
  10. Sophie Kinsella “Dov’è finita Audrey?”;
  11. Karen Swan “Un diamante da Tiffany”;
  12. Karen Swan “Quell’estate da Tiffany”;
  13. Federica Bosco “Innamorata di un angelo”;
  14. Federica Bosco “Il mio angelo segreto”;
  15. Federica Bosco “Un amore di angelo”;
  16. Ivano Mingotti “Minoica”;
  17. Clio Zammatteo “Sei bella come sei”;
  18. Madeleine Wickham “Affari d’oro”;
  19. Sophie Kinsella “I love shopping a Hollywood”;
  20. Sophie Kinsella “I love ahopping a Las Vegas”;
  21. Silvia Castellano “Una settimana per (non) innamorarmi”;
  22. Jojo Moyes “Io prima di te”;
  23. Jojo Moyes “Dopo di te”;
  24. Laura Florand “Ladra di cioccolato”.

rosa

How knows me very well, knows that one of my passions is reading. Unfortunately, I don’t have many time to do it, so I only read on the public means of transport or when I’m waiting for them, or when I’m in a queue in offices… Since July 2015, after my university degree in Modern Languages for Communication and International Cooperation, I stopped reading and studying university books and I spent my time reading novels, essay, thrillers, chick-lit and so on.

I’m curious to see how many books I have read so far… From July 2015 to July 2016. Luckily, I have my account Anobii when I can easily see in a click what I have read this year… And are you curious? Following the list of what I have read in the last 12 months.

  1. Riccardo Caria “Zephyr”;
  2. Laurell K. Hamilton “Anita Blake Vampire Hunter: Guilty Pleasures”;
  3. Lisa J. Smith “Daughters of Darkness”;
  4. Anne Rice “Pandora”;
  5. E.L. James “Fifty Shades of Grey”;
  6. E.L. James “Fifty Shades Darker”;
  7. E.L. James “Fifty Shades Freed”;
  8. E.L. James “Grey: Fifty Shades of Grey as Told by Christian”
  9. Marco Carta “Ho una storia da raccontare”;
  10. Sophie Kinsella “Finding Audrey?”;
  11. Karen Swan “Christmas at Tiffany’s”;
  12. Karen Swan “Summer at Tiffany’s”;
  13. Federica Bosco “Innamorata di un angelo”;
  14. Federica Bosco “Il mio angelo segreto”;
  15. Federica Bosco “Un amore di angelo”;
  16. Ivano Mingotti “Minoica”;
  17. Clio Zammatteo “Sei bella come sei”;
  18. Madeleine Wickham “A Desirable Residence”;
  19. Sophie Kinsella “Shopaholic to the Stars”;
  20. Sophie Kinsella “Shopaholic to the Rescue”;
  21. Silvia Castellano “Una settimana per (non) innamorarmi”;
  22. Jojo Moyes “Me Before You”;
  23. Jojo Moyes “After You”;
  24. Laura Florand “The Chocolate Thief”.

My passions: …book or iBook?

bookSono una persona che legge tanto… Non ho molto tempo libero (anzi, non ne ho proprio!) perciò leggo principalmente mentre sono sulla metro o sul bus o mentre li aspetto e quando faccio la fila nei vari uffici, alle poste, dal medico…

E’ una passione che ho sin da bambina: il poter immergermi in altre storie, in altre vite e sognare di poter cambiare la mia.

Ho due autrici preferite: eh sì, entrambe donne. Da una parte la mia grande passione per Sophie Kinsella / Madeleine Wickham, dall’altra la “mamma” delle eroine dell’era passata: Jane Austen.

Ma sono tanti gli autori e autrici che leggo e diversi i generi: dal romanzo rosa al thriller, dal giallo al fantasy, passando anche per i saggi che si avvicinano maggiormente alla cronaca/inchiesta fino a quelli storici.

Tra marzo e aprile, per esempio, ho letto due libri molto diversi: nel genere, nella nazionalità e anche nella forma. Il primo è stato “Minoica” di Ivano Mingotti (che ho recensito ieri e potete leggere che ne penso sul mio blog “A Rainbow of Passions”), il secondo, iniziato tre giorni fa, è “Sei bella come sei” di Clio Zammatteo, la famosa make-up artist e youtuber e ora anche scrittrice di romanzi.

Ma mai come dal luglio scorso (in cui mi sono laureata per la seconda volta) con un Kindle in mano ho avuto il dubbio: libro cartaceo o digitale? Certo il libro cartaceo è tutta un’altra storia. Il tenerlo tra le mani, il poterlo sfogliare, l’annusare il suo odore, il percepire la sua carta con i polpastrelli… Dall’altra il Kindle, più manegevole, dove ci stanno miliardi di libri e che per una come me che legge in viaggio e ha la borsa sempre piena è utilissimo… Fatto sta che amo entrambi i formati, cartaceo e digitale, e li alterno: “Minoica” sul Kindle, Clio versione cartacea. Ma devo anche ammettere una cosa: i libri che colleziono e rileggo (vedi Kinsella e Austen) sono esclusivamente cartacei… Hanno un fascino unico!

E voi cosa preferite? Libro o kindle?

rosa

I love reading and I read very much… Unfortunately, I don’t have enough free time (or, better, I don’t have free time) so I read mostly on the subway or on the bus or while I’m waiting for them, or when I’m ilining in offices, poste offices, doctor and so on.

It’s a passion I have since childhood: the power to immerse myself in other stories, in other lives and dream of being able to change mine.

I have two favourite authors: yes, two women. On a side my big passion for Sophie Kinsella / Madeleine Wickham, on the other the “mom” of the heroynes of the past era: Jane Austen.

But I read several male and female authors and also different genres: from romance to thriller, from detective romance to fantasy and also essays to the historical ones.

Between March and April, for example, I read two very different books very: different for genre, nationality and also in the version. The first one is “Minoica” by Ivano Mingotti (yesterday I wrote my review in my blog “A Rainbow of Passions”), the second one, that I’ve started three days ago, it’s “Sei bella come sei” by Clio Zammatteo, the famous make-up artist and youtuber and also authors of novels.

But never as since last July (when I graduated for the second time) with a Kindle in hand, I had a doubt: paper or digital book? Of course, the paper book is another story. Hold it between your hands, being able to browse it, the possibility to smell it, perceiving its paper with your fingertips On the other hand the Kindle, more manegevole, where there are billions of books and that for someone like me, who read traveling and that always has a big and full bag, it’s useful… The fact is that I love both formats, printed and digital, and I alternate them: “Minoica” on the Kindle, Clio in paper version. But I also have to admit one thing: the books that I collect and re-read (see Kinsella and Austen) are exclusively printed versions… They have a unique charm!

And what kind do you prefer? Book or iBook?